«Volle venire Colui che si poteva accontentare di aiutarci» (San Bernardo di Chiaravalle) - Testi di Julián Carrón

«Volle venire Colui che si poteva accontentare di aiutarci»
(San Bernardo di Chiaravalle)

Julián Carrón Traces - Litterae Communionis

14/12/2016 - La Pagina Uno di Tracce - dicembre 2016

Appunti dalla Sintesi conclusiva di Julián Carrón agli Esercizi spirituali per sacerdoti proposti da Comunione e Liberazione.
Pacengo del Garda (Verona), 26 ottobre 2016.

«Più passa il tempo, più mi rendo conto di quanto sia vero ciò che afferma don Giussani sulla portata delle circostanze: esse non sono qualcosa di secondario, ma di essenziale per comprendere - possiamo dire sinteticamente - la natura del cristianesimo (cfr. L. Giussani, L’uomo e il suo destino, Marietti 1820, Genova 1999, p. 63).
Si tratta di una percezione che riscontriamo nelle persone più coscienti di ciò che sta capitando. Qualcuno citava di recente un famoso testo di Joseph Ratzinger, scritto negli anni Sessanta, sul fenomeno dell’ateismo, che egli percepiva come un richiamo per i cristiani a vivere una fede più consapevole: “In rapporto ai pagani moderni, il cristiano deve sapere che la loro salvezza è nascosta nella grazia di Dio, dalla quale dipende appunto anche la sua salvezza; egli deve sapere che per quanto riguarda la loro possibile salvezza non si può dispensare dalla serietà della sua propria esistenza di fede, che anzi la loro mancanza di fede deve spingerlo ad una sua fede più piena, poiché si sa coinvolto nella funzione di rappresentanza di Gesù Cristo, dalla quale dipende la salvezza del mondo e non solo quella dei cristiani” (J. Ratzinger, «I nuovi pagani e la Chiesa», in Il nuovo popolo di Dio. Questioni ecclesiologiche, Queriniana, Brescia 1992, p. 362)». [...]

> Leggi il testo senza immagini su Tracce.it.

Formato EPUB

© Fraternità di Comunione e Liberazione. CF 97038000580 / Webmaster / Note legali / Credits