Cristiani perseguitati

Padre Ibrahim Alsabagh con il gruppo di amici italiani

Il fiotto di vita di Aleppo

AttualitàGianni Mereghetti

Le macerie, la distruzione della guerra. Ma anche la letizia di una comunità cristiana che non smette di sperare. Tra attività, progetti per dare una casa a giovani coppie, oratori... Diario di viaggio di un gruppo di italiani in Siria

Aleppo oggi, distrutta dalla guerra.
Miryam con la sorella Zumoruod

«Il nostro rifugio»

MondoMaurizio Vitali

Riproponiamo, da "Tracce" di giugno, la storia di Myriam. Stupì il mondo perdonando gli uomini dell’Isis. Dopo tre anni, lei e la sua famiglia sono ancora profughi. Raccontano la vita nel campo. Le prove. E una decisione: restare nella loro terra, l'Iraq

La preparazione della prima messa dopo la liberazione a Qaraqosh, a 30 chilometri da Mosul
Soulaiman e Jean-Francois

Il mio amico Soulaiman

Lettere

Jean-Francois, della Biblioteca dello Spirito di Mosca, ha conosciuto il medico siriano quando si trovava in Russia. Oggi, grazie a un progetto di Ats, si sono incontrati a Damasco. Tra il progetto di un centro culturale, la guerra, il movimento...

Da sinistra: suor Joseph Marie, Soulaiman, Tarek, Bashar e Jean-Francois
Un cristiano prega in una chiesa distrutta ad Aleppo

#Standtogether: dare voce ai cristiani perseguitati

AttualitàLuca Fiore

Facebook, Twitter e YouTube. Un progetto per portare alla luce le storie di chi, dentro la sofferenza, mostra la convenienza della fede. Dalla Nigeria al Pakistan, dal Sudan alla Siria. Basta un hashtag perché questi racconti non si perdano in rete

Cristiani perseguitati, il lavoro di #StandTogether (4:19)
Per le strade di Aleppo

La guerra non vince

ChiesaMaria Acqua Simi e Andrea Avveduto

Un viaggio tra Libano e Siria, fino alla città simbolo del conflitto. Ma la vita non si ferma alle rovine di Aleppo. Dove i bambini raccolgono la neve per bere. E i cristiani lottano ogni giorno per ricostruire la comunità (da Tracce, marzo 2017)

Padre Toufik, Libano
Padre Ibrahim Alsabagh

L'altra faccia di Aleppo

AttualitàLuca Fiore

Le bombe cadono e i cristiani fuggono. Ma la città simbolo del dramma siriano non è colpita solo dai missili. Padre Ibrahim Alsabagh, parroco della comunità latina, racconta le sfide di chi rimane. E spiega perché, sul comodino, tiene i libri di Giussani