Eliot, Cori da La Rocca

Cori da «La Rocca»

Introduzione di P. Bigongiari. Traduzione di R. Sanesi. Commento di D. Rondoni
T. S. EliotBUR - Milano 2007
Pagine: 136
Prima edizione: 1994

Testo inglese a fronte

Un libretto per questi drammatici tempi, una provocazione per la vita dei cristiani. Scritto su commissione, «La Rocca» fu rappresentato nel '34 allo scopo di raccogliere fondi per la costruzione di una parrocchia nei sobborghi di Londra. Eliot, già consacrato alla critica come uno dei nuovi maestri del Novecento, rischiò la reputazione per queste pagine insolite.
In questi Cori da "La Rocca" T.S. Eliot propone, con la sua tipica mescolanza di ironia e di alta drammaticità, un testo di grande impatto emotivo. A tema la desolazione della vita senza significato e il destino della Chiesa nel mondo, scrutati con la sensibilità e l'intelligenza del poeta fedele che non risparmia alla sua epoca e a se stesso interrogativi e smitizzazioni.
L'opera è presentata, per la prima volta, da Piero Bigongiari, uno dei maggiori poeti italiani, e commentata con una guida alla lettura che ne evidenzia le provocazioni e la rende accessibile a tutti.