Storie

Storie - 2019

Mark O’Connell

Meeting. O'Connell: «Vi spiego la religione dell'uomo-computer»

IncontriDavide Perillo

Vivere mille anni, trasferire le informazioni della mente come dati informatici, creare una copia del cervello umano. Fantascienza? Non proprio. L'autore di "Essere una macchina", che sarà a Rimini il 18 agosto, racconta la sfida del Transumanesimo

Vittorio Gallese

Meeting. Gli affetti della mente

IncontriAlessandra Stoppa

«C’è bisogno di una rinnovata cultura della conoscenza». Il neuroscienziato Vittorio Gallese ha raccontato a Tracce il divario tra realtà e percezione. Un viaggio nell’incontro tra l’io, il mondo e gli altri. Sarà a Rimini lunedì 19 agosto

Greg Lukianoff

Meeting. Rompiamo le bolle

IncontriJosé Medina e Martina Saltamacchia

La critica a chi teorizza la necessità di "spazi sicuri" per evitare chi ha altre idee, i rischi della mancanza di libertà di espressione... Greg Lukianoff, "esperto" di educazione in America, interverrà a Rimini. Qui, un'intervista apparsa su Tracce

Don Elia Carrai

I fatti che non passano

ItaliaAlessandra Stoppa

Elia Carrai è un sacerdote di 31 anni. Qui racconta che cosa, nella sua vita, regge l'urto del tempo. «Ciò che "resiste" non devo porlo io con uno sforzo: resiste perché già c'è». Da Tracce di giugno

Claudia Piccinno con don Paolo Bargigia (a sinistra) e il marito

Repubblica Ceca. Quando tutto cambia

MondoPaola Ronconi

Le parole di un articolo, la nuova vita all'estero, il marito e i figli che uno pensa di conoscere bene... Claudia racconta che cosa, nella sua esperienza, regge le tante sfide del vivere. Da "Tracce" di giugno

Cesar Senra

Spagna. I “viventi” e i “burlaos”

MondoDavide Perillo

Insegnante di Madrid trapiantato in Catalogna, Cesar è responsabile di Gioventù Studentesca nel suo Paese. Su "Tracce" di giugno fa i conti con gli ultimi Esercizi della Fraternità. Partendo dalla sua storia, e da ciò che oggi affascina i "suoi" ragazzi

Stefano e Manolita Antonetti con in figli in Uganda.

Uganda. Se il tempo è amico

MondoPaolo Perego

Un cammino che ricomincia, dopo 19 anni in Africa. Stefano e Manolita, davanti alla provocazione degli Esercizi, rileggono la loro storia. Piena di una "preferenza" che non è mai venuta meno (da Tracce di giugno)

Da sinistra in piedi, José Francisco Sánchez, Alejandro Marius e Aquiles Baez.

Venezuela. C'è un popolo nella musica di Francisco

MondoMonica Poletto

Un sogno nel cassetto che per necessità, e per l'aiuto di alcuni amici, diventa realtà. Di più, va oltre ogni aspettativa, coinvolgendo nella produzione di un disco i più grandi musicisti del Paese. E facendo nascere una profonda amicizia

Venezuela: il popolo, il canto, il lavoro
Rober con la moglie Mamen

Madrid. Rober (o la gioia di essere figlio)

MondoGuadalupe Arbona Abascal

Come può la vita di un uomo fragile e infermo essere tanto utile? «Chi va a trovarlo esce cambiato» da un modo di vivere la malattia che è un bene per la famiglia, gli amici, i medici, gli altri pazienti. Una testimonianza da Tracce di giugno

Un momento dell'incontro per i 30 anni di CL a Salvador de Bahia

Brasile. Una novità per la vita

Mondo

L’esperienza del movimento a Salvador de Bahia ha compiuto trent'anni. La vocazione, il lavoro, la famiglia. Nelle parole di alcuni amici, il valore storico e l'attualità della proposta di don Giussani

Marco Montrasi (in basso, secondo da sinistra), responsabile di CL in Brasile,  con alcuni della comunità di Salvador
Lagos

Nigeria. Un fiore che non è stato seminato

MondoLuca Fiore

In una delle metropoli più popolose del mondo, l'esperienza della piccola comunità di CL. Le elezioni politiche, la sofferenza dei cristiani e le provocazioni del movimento. Tra nuovi incontri e "vecchi" amici che tornano

Giovani della comunità di CL di Lagos
Profughi venezuelani sulla Panamericana a Santander de Quilichao, Colombia (© Luis Robayo/Getty Images)

Vivere in Venezuela

MondoAlessandra Stoppa

La situazione del Paese si deteriora. E c’è chi, come Gabriela, ha dovuto perdere tutto per salvare il figlio. Ma anche qui è sempre possibile costruire. Oggi che «la politica o è amicizia o non interessa più a nessun uomo vero». Da "Tracce" di maggio

Gabriella, Venezuela
Giacomo Campiotti

Giacomo Campiotti. La sete del regista

IncontriPaola Bergamini

Ha girato fiction sui santi, da Moscati a Bakhita, e la serie tv Braccialetti rossi. In questa intervista, da Tracce di maggio, racconta di sé. Di una vita «senza intoppi», ma con quel desiderio «di un senso più profondo»...

Gigi Proietti nella fiction su San Filippo Neri
La Cattedrale di Vilnius

Lituania. Il positivo che c'è

MondoLuca Fiore

Ha sviluppato la cultura dell’affido dove c’erano solo gli internati di stampo sovietico. E lo ha fatto attraverso la testimonianza. Da Tracce di aprile, la storia (e il metodo) di Sotas, la ong di Vilnius che si occupa di minori a rischio

Vilma Jarmalaviciene, una dipendente di Sotas

Una scuola cattolica, cioè per tutti

MondoLuca Fiore

Nell'Olanda ultrasecolarizzata una scuola elementare di Vught è diventata un caso politico. Laurens Peeters racconta, su Tracce di aprile, l’avventura iniziata con altri genitori. Che hanno messo in gioco la loro fede

Laurens Peeters, il direttore della scuola elementare Misha Van de Vries
Ashik al lavoro

Ashik e il "pieno" di felicità

ItaliaMassimo Piciotti

Arriva dal Kerala, in India, e fa il benzinaio tra Milano e Abbiategrasso. E ai clienti oggi parla del nuovo gruppo di amici che frequenta da qualche tempo, tra cene e caritativa. Tutto per quel ragazzo, Francesco, e per un invito a casa sua...

A febbraio, durante la giornata di raccolta del Banco Farmaceutico
Giacomo Poretti (foto Serena Serrani).

Giacomo Poretti. «Adesso fate un'anima»

IncontriMaurizio Vitali

Quella parola che sembra in via d’estinzione. E invece non ti lascia quieto. Da una frase sentita dopo la nascita del figlio alle grandi domande con cui fare i conti... Il comico milanese si racconta (da Tracce di marzo)

Durante lo spettacolo ''Fare un anima''
Lourdes Martinez

Lourdes, il canto e l'onda che «cambia la vita»

ItaliaAlessandra Stoppa

Spagnola, da più di vent'anni canta da soprano nel coro della Scala di Milano. Tre anni fa, una spinta fortuita al bancone di un bar, l'origine di una grande amicizia che «mi ha attratta come una calamita»...

Lo ''Stabat Mater'' di Pergolesi a Kharkov, in Ucraina