L'omelia del Papa: «La vita non serve se non si serve»

«Siamo al mondo per amare Lui e gli altri. Il resto passa, questo rimane». Le parole di Francesco alla messa della Domenica delle Palme. Piazza San Pietro, domenica 5 aprile
Tracce di Aprile

Cosa vince la paura?

Storie, riflessioni, testimonianze sulla vita al tempo del Covid19. Il nuovo numero è online, gratis per tutti
Julián Carrón interviene a "Il Sabbatico" di Alberto Melloni
Attualità

Carrón: «Van Thuan, tra le sbarre, ma libero per sempre»

Intervento di Julián Carrón durante l'ultima puntata della rubrica Rainew24 "il Sabbatico", di Alberto Melloni dedicata alla "solitudine". La guida di CL ha presentato il libro sul Cardinale vietnamita

Puntata fatta in casa per la rubrica di Rainews24 “Il Sabbatico” di Alberto Melloni. Tra gli invitati a parlare delle loro letture sulla “solitudine”, il tema a cui la trasmissione era dedicata, ieri c’era anche Julián Carrón, che ha presentato il volume ...

Strade vuote per l'emergenza Coronavirus.
Italia

«Non ne esci da solo»

Il blocco delle attività, le incognite, il rischio di fallire. Dall’albergatore al produttore di vino, su "Tracce" di Aprile, l'impatto dell’epidemia di Coronavirus raccontato da piccoli e medi imprenditori. Come si fa a continuare?

Spread in salita, borse tra crolli e rimbalzi, smartworking, aziende che piano piano chiudono gli stabilimenti, altre che resistono, come possono, in mezzo a cali di domanda e fatture da riscuotere chissà quando... Con le città chiuse. La situazione per i...

Lettere

«Ogni giorno mi dice: "Non temere"»

Settecento dipendenti a casa per l'emergenza Covid. E la vita che cambia. Eppure, tra le preoccupazioni, si affaccia tutte le mattine «l'opportunità di vivere intensamente questo mio reale»

Come ci ha ricordato Carrón nella lettera alla Fraternità «in queste occasioni - che il Mistero non ci risparmia - possiamo cogliere con ancora più chiarezza la grazia del carisma che ci ha investito, verificando la sua capacità di farci stare davanti a q...

Antonio Polito
Incontri

Antonio Polito. La paura e la presenza

La fragilità e i sogni del tecnicismo, la necessità dell’altro e l’assenza di autorità. Va in crisi una civiltà «sempre più indifferente all’idea stessa di Gesù». E ci lascia a un bivio... Da Tracce di aprile, il dialogo con l'editorialista del Corriere

«È un’immagine forte. Ed è molto efficace, perché dice dell’esperienza di ognuno di noi». Quando Antonio Polito, 64 anni, editorialista del Corriere della Sera, ha letto l’intervento di Julián Carrón uscito sul suo giornale, l’1 marzo, è rimasto colpito d...

Lettere

«Gli occhi di Dio sulla mia gente»

Quarantacinque bare al posto delle panche in una parrocchia di Bergamo. Il racconto di un giornalista chiamato a raccontare il dramma della sua terra e del suo popolo: «Non siete soli, non siete abbandonati...»

Lavoro come giornalista in una televisione di Bergamo e adesso siamo al centro del “ciclone coronavirus”. Bombardati da numeri da raccontare, iniziative, mail rabbiose o disperate, la paura e i colleghi che si lamentano delle cose che non vanno, è veramen...

Lettere

«Cosa mi manca rimanendo a casa?»

Misure restrittive anche in Uganda. Con l'università ferma e gli esami "schivati", tra internet e relax. «In una situazione quasi perfetta per certi versi, salvo non poter uscire», pensava Marvin: «Finché il cuore non si è messo a gridare...»

Quando ha chiuso l’università, in quel fine settimana avrei dovuto sostenere degli esami, e quindi ho festeggiato come se la mia squadra di calcio avesse vinto una coppa. Ero felice, avrei schivato gli esami per almeno un mese: una cosa bellissima, pensav...

Attualità

Il libretto della Settimana Santa

I testi e le preghiere che don Giussani ha sempre indicato come aiuto a vivere la Pasqua

Scarica il libretto della Settimana Santa 2020

"Il Vangelo secondo Matteo", regia di Pier Paolo Pasolini (1964)
Attualità

Pasqua 2020. Il volantone di CL

L'immagine è tratta da "Il Vangelo secondo Matteo" di Pier Paolo Pasolini, così come sono del poeta friulano i versi che accompagnano le parole di don Giussani pronunciate in Piazza San Pietro nel 1998

Manca sempre qualcosa, c’è un vuoto in ogni mio intuire. Ed è volgare, questo non essere completo, è volgare, mai fui così volgare come in questa ansia, questo “non avere Cristo” – una faccia che sia strumento di un lavoro non tutto perduto nel puro...