Mondo - 2021

Don Giussani con alcuni universitari ad Einsiedeln per gli Esercizi spirituali del Clu della Svizzera nel 1971 (©Fraternità di CL, a disposizione degli eventuali aventi diritto)

Don Giussani e il vero centuplo

MondoClaudio Mésoniat

L'incontro con monsignor Corecco e, poi, con don Giussani. Una storia cominciata in Svizzera nel 1966 e che gli ha cambiato la vita. Claudio, giornalista ticinese, racconta come è nato tutto

Federica Irene Falomi in Cappadocia

Turchia. Un desiderio nuovo

MondoFederica Irene Falomi

Sette anni fa, l’incontro che ha cambiato la sua vita. Poi, il trasferimento in una terra lontana. E tutto ciò che oggi la mette "in movimento". Federica Irene racconta la sua storia (da "Tracce", ottobre 2022)

Padre Giuseppe Ambrosoli

Padre Ambrosoli. Il medico dagli occhi buoni

MondoFilippo Ciantia

Viene beatificato il 20 novembre il comboniano che ha speso la vita per l'Uganda. Erede della famiglia del miele, ha fondato uno degli ospedali più importanti del Paese. Il ricordo di chi lo ha visto all'opera

Il monte Oret, alle cui pendici sorge l'ospedale fondato da padre Ambrosoli
Aaron Richies, classe 1974, insegna Teologia al Benedictine College di Atchinson, Kansas.

Stati Uniti. Ragione di vita

MondoAaron Richies

Un teologo si imbatte nel pensiero di don Giussani. E poi in un giovane, che travolge la sua fede e la sua vita. Fino a proporre un corso in università sul sacerdote italiano (Da "Tracce" di Ottobre)

Ramziya con il marito Dima (a sinistra) e alcuni alunni

Kazakistan. Sempre più amico

MondoRamziya Saleyeva

Ramziya, nata in una famiglia musulmana, ha incontrato il movimento 25 anni fa attraverso due insegnanti. Oggi l’inizio riaccade per lei negli occhi dei suoi alunni (da "Tracce", ottobre 2022)

Paolo Palamara

Canada. «La mia scelta illogica»

MondoPaolo Palamara

Aveva soldi, amici, vacanze da favola, ma il vuoto di quella vita lo tormentava. Nel punto più buio, gli torna in mente una sua prof… E inizia una storia senza misure. La testimonianza di Paolo da "Tracce" di ottobre

L'incontro a Rio de Janeiro.

Brasile. «Tutto è più mio. E tutto mi è stato dato»

MondoIsabella Alberto

A Rio de Janeiro per ricordare don Giussani, con le testimonianze di Rosetta Brambilla, una delle prime presenze di CL in Sudamerica, e di Julia, una giovane che ha incontrato il movimento da poco

La mostra su Don Giussani allestita all'ingresso del Campus di Praia Vermelha
L'incontro di Asunción.

Paraguay. Don Giussani e la grande novità della vita

MondoGustavo Olmedo

Un viceministro, un sacerdote e un artista commossi dalla vita e dal pensiero del fondatore di CL. Accade ad Asunción, durante un incontro organizzato per il centenario della nascita del sacerdote italiano

Il concerto
Tomoko Sadahiro "Sako"

Giappone. Come la lava dal vulcano

MondoPaola Ronconi

Dalla passione per la musica fino all'incontro con don Giussani e alla scelta di entrare nei Memores Domini. Sako, da Hiroshima, racconta la sua storia

Alcuni ragazzi del Clu  di Bloomington.  Da sinistra: Jess, Chevy,  Dusty, Kyle, Spong

I sette di Bloomington

MondoLuca Farè

Un giovane ricercatore ha trascorso alcuni mesi all’Indiana University. Ecco cosa ha visto imbattendosi nella piccola comunità degli studenti di CL. E la lettera di una di loro (da Tracce di luglio/agosto)

Don Giussani con Wakako Saito (Foto: Fraternità CL/Francesco Gargioni)

L’abbraccio senza limiti del Mistero

MondoWakako Saito

Il legame di don Giussani con i monaci buddisti del Monte Koya. Saito Wakako racconta come è nato e cresciuto: don Ricci, la Cascinazza, il Meeting di Rimini. E la tragedia dello tsunami. Un'amicizia nel segno dell'autentica religiosità

Emilia Guarnieri, già presidente del Meeting, con Shodo Habukawa
Luca, insegnante a Gainesville, Florida.

Florida. Negli occhi i fatti

Mondo

Luca, insegnante italiano in America da sette anni, racconta la vita degli ultimi tempi e il rapporto con i suoi amici. Una quotidianità in cui «Gesù accade, e mi chiede di seguirLo»

Kerrie con  suoi figli

«Grata, anche della mia debolezza»

Mondo

Dall'Irlanda alla Corea per riscoprire la fede abbandonata negli anni. Kerrie racconta la sua storia e i suoi drammi. E di quella "porta" che si è aperta nell'incontro con don Giussani e il movimento

Jordi e Glòria Cabanes (Foto: World Meeting of Families 2022)

«Meno per meno dà più»

Mondo

L’intervento di Jordi e Glòria Cabanes all’incontro in Vaticano. La conversione, la Masia, poi l’incontro con CL… La strada bellissima dove «non è la nostra forza che accoglie, ma la nostra debolezza»

Danny e Leila Abdallah durante l'intervento in Aula Nervi (Foto: World Meeting of Families 2022)

Il perdono come via di santità

MondoDanny e Leila Abdallah

Nel 2020 Danny e Leila, una coppia libanese che vive in Australia, hanno perso tre figli investiti da un automobilista ubriaco. Ecco la loro testimonianza durante l'Incontro mondiale delle famiglie

Irpin, vicino a Kiev, 3 maggio 2022 (Foto: Emilio Morenatti/Ap/Lapresse)

La vittoria di Laly

MondoLuca Fiore

È una madre di Kharkiv. Per due mesi, rifugiata a Leopoli, ha vissuto la paura dei bombardamenti. Poi è arrivata in Italia, dove ha partecipato agli Esercizi spirituali della Fraternità (da Tracce di giugno)

Laly Liparteliani (Foto: Luca Fiore)
Simona Carobene (a destra) e Liliana, profuga ucraina sua collaboratrice

Romania. Io ti guardo

MondoAnna Leonardi

Concetta arriva dall’Italia per cucinare, Liliana guida un furgone per Odessa, Roman e la speranza per i figli. Ecco cosa ha visto al confine con l’Ucraina Simona Carobene, direttrice di Fdp-Protagonisti nell’Educazione (da Tracce di maggio)

New York, 1986. Don Giussani visita la comunità di CL (©Fraternità di CL)

Stati Uniti. Dove la vita accade

MondoAnna Leonardi

Da "Tracce" di febbraio, la ricerca di Vanessa tra Silicon Valley, Italia, Los Angeles. E quel giorno ai funerali di Giussani… «Mi bastava l’esperienza che vivevo per capire che la fede che testimoniava era ragionevole»

Vanessa con la sua famiglia
Forze di sicurezza kazake davanti al Municipio di Almaty a inizio gennaio (©Ansa/Xinhua.org)

Kazakistan. Dove finisce la guerra?

MondoDavide Perillo

In alcune città del Paese, l’anno è iniziato con proteste di piazza e repressioni, molotov e vittime. Ora, il conflitto così vicino. Su "Tracce" di aprile, Lyubov, responsabile di un Centro per disabili a Karaganda, racconta la sua speranza

Lyubov, prima a sinistra, con alcune amiche
La Via Crucis a New York (foto di Paul Martinka)

Stati Uniti. In cammino dietro la Croce

Mondo

In molte parti del mondo, le comunità di CL hanno proposto il gesto della Via Crucis per le strade delle loro città. Qui, alcune lettere tra le tante arrivate dagli Usa

New York (foto di Giulietta)
Gli aiuti al confine tra Ucraina e Slovacchia

Ucraina. Nelle pieghe della grande storia

MondoGuglielmo Mina*

Al confine slovacco, un universitario racconta le sue domande e l’incontro con due giovani volontari, i loro gesti silenziosi, la percezione profonda del valore della vita. «Perché il mondo non smarrisca il suo volto umano». Da "Tracce" di aprile