L'arrivo del Papa per la beatificazione di Newman.

IL PAPA A LONDRA Il successo di una Presenza

È stato accolto da migliaia di persone. Ha incontrato il mondo politico e culturale. Ha parlato agli anglicani... A ridosso del viaggio di Benedetto XVI in Gran Bretagna, ecco alcuni articoli per capire cosa ha significato

Si è conclusa ieri la visita di Benedetto XVI in Gran Bretagna. Secondo le previsioni, il Papa sarebbe andato incontro «all’accoglienza più fredda tra i suoi 17 viaggi all’estero» (Time). Invece, oltre 70mila persone hanno partecipato alla messa a Glasgow, 100mila alla veglia in Hyde Park e 80mila alla messa di beatificazione del cardinale Newman. Per la prima volta nella storia, un Papa ha potuto rivolgersi alla società civile dalla Westminster Hall, il sancta sanctorum delle istituzioni inglesi, e parlare alla Lambeth Conference dei vescovi anglicani. E in migliaia hanno affollato le strade dove è passata la Papa-mobile.
Per questo, oggi, in un editoriale il Telegraph scrive: «Questo viaggio è riuscito a mostrare che la Chiesa è una presenza di valore, al cuore stesso della nostra nazione». Perché Benedetto XVI «ha davvero sfidato il Paese intero a pensare», come ha detto il premier David Cameron qualche minuto prima che il Papa ripartisse: «E questa non può che essere una buona cosa».


Tutti gli interventi del Papa durante la visita

La fotogallery della Bbc (primo, secondo, terzo e quarto giorno)

Le 100mila ragioni del Papa in Gran Bretagna (ilsussidiario.net, 20 settembre)

Milbank: «Da questo Papa abbiamo reimparato la ragione della fede» (ilsussidiario.net, 20 settembre)

Iannuzzi: «Il successo del Papa sta nella Presenza» (Il Tempo, 20 settembre)

L'incontro con cinque vittime fa commuovere il Pontefice (la Repubblica, 19 settembre)

Rondoni: «Il viaggio di Benedetto. Senza timori o reticenze» (Avvenire, 17 settembre)

Cameron: «Il pontefice è benvenuto a Londra» (Corriere della Sera, 16 settembre)

La fine di un tabù (ilsussidiario.net, 16 settembre)

Waters: «Ecco perché Benedetto XVI ha deciso di andare in mezzo ai nemici» (ilsussidiario.net, 16 settembre)

Blair. Il Papa e Newman (L'osservatore romano, 15 settembre)