Lettere - 2014

Profughi in fuga dall'iraq.

«Ma io per che cosa vivo?»

Lettere

I primi mesi tra i banchi sono stati accompagnati da una provocazione: le notizie dei profughi in fuga dall'Isis. E da un desiderio: «invitare alla vita» i compagni di scuola, soprattutto i primini. È nata da qui l'idea di una raccolta fondi...

Nuovi diritti, Sinodo e il disagio che non va via

Lettere

Una lettrice scrive a Tracce a proposito dell'editoriale di novembre. Dal tema della famiglia fino alle questioni etiche di cui si discute da mesi, che cosa c'è in gioco? E come si arriva alla radice della questione?

«Il mio "sì"? Ora pulisco vetri»

Lettere

La perdita del lavoro di segretaria, mesi di ricerca e sempre la stessa risposta: «Non abbiamo bisogno, ripassi più avanti». Poi un'idea: trovare un mestiere che nessuno farebbe. Tutto da quell'immaginetta di don Giussani

Michele Cucchi e compagni sulla cima del K2.

In cattedra, per raccontare un sogno che si chiama K2

Lettere

Lezione al Bachelet di Abbiategrasso con un mostro sacro dell'alpinismo mondiale: Michele Cucchi. Dopo essere tornato sulla "montagna degli italiani" a sessant'anni dalla prima conquista, ha spiegato ai ragazzi cosa c'è al cuore di ogni grande spedizione

Luca Doninelli.

Ma chi era quest'uomo?

LettereLuca Doninelli

Un amico scrittore (e firma di Tracce) racconta che cosa lo ha colpito del film sui 60 anni di CL. Spiegando perché ci ha trovato dentro «lo spettacolo immenso e terribile» di una domanda che interpellava gli apostoli. E che sfida noi ora

La mostra di Avsi al Meeting di Rimini.

«Julieta e la mia realtà»

Lettere

Tutto ha inizio al Meeting di Rimini: la mostra di Avsi, la provocazione di un collaboratore, e la proposta di sostenere una bambina a distanza. Fino a quella deviazione, durante un viaggio di lavoro, alla periferia di Buenos Aires...

Alcuni giovani volontari.

Non c'è fango che tenga

Lettere

Acqua e devastazioni. Le piogge dei giorni scorsi hanno reso la città un immenso campo di lavoro, dove centinaia di giovani hanno preso pale e stivali per dare una mano alla popolazione. Ecco le lettere scritte da alcuni di loro

Genova dopo l'alluvione.

La Mirella e quella nuova, illogica allegria

Lettere

Un portone sfondato e l'acqua a un metro e mezzo di altezza. La portinaia si è salvata per miracolo, e quello che prevale è una grande gratitudine. Ma cosa vale più delle cose? Una lettera dal cuore dell'alluvione

Luís Enrique Marius.

«Contento, Signore, contento»

Lettere

Il 3 ottobre è morto a Caracas, in Venezuela, Luís Enrique Marius. Leader sociale e dirigente sindacale che fino alla fine ha mostrato che «dolore e morte non significano disperazione» e che «l'identità del cristiano è la croce». Il ricordo del figlio

Ma chi può davvero fare nuovo l'umano?

Lettere

Un professore che prova a coinvolgere gli studenti con un pezzo di Chopin. I ragazzi che non capiscono, sono come straniti. Perché non funziona? «Era una cosa bella, ma forse era bella solo per me»

Per chi diamo la nostra vita?

Lettere

Il volantino di un gruppo di liceali di Milano, che ritornano tra i banchi dopo l'estate. E la loro presa di posizione davanti a un fatto che inchioda: il massacro dei cristiani in Medio Oriente. Con una domanda: la scuola cosa c’entra?

Uno dei manifesti appesi per le vie di Tirana.

«Anche la mia amica musulmana aspetta il Papa»

Lettere

Domenica 21 settembre papa Francesco sarà a Tirana, nella patria di Madre Teresa e di tanti martiri del XX secolo. Oggi, un intero popolo lo attende: cattolici, ortodossi e non credenti. E tra loro anche Bardha e le sue amiche...

L'Hotel Planibel a La Thuile.

La sorpresa di un mattino, in lavanderia

Lettere

Ogni giorno le ragazze che puliscono le stanze dell'Hotel Planibel di La Thuile si trovano a recitare l'Angelus prima di iniziare il lavoro. Ma una volta la loro responsabile invita un prete con un forte accento spagnolo...

Come la spallata di un amico (fedele)

Lettere

La Thuile. Una vacanza insolita, difficile da spiegare ai nuovi amici, ma che diventa il simbolo di quell'«abbraccio liberante» per la vita. Tra cene, passeggini e incontri, una domanda a scandire quei giorni: «Che cosa cercate?»

La gita di alcun ragazzi del Clu a La Thuile.

«Dove Lui ci ha messi»

LettereFrancesco Brignoli

Quattrocento ragazzi, quindici Paesi e tre giorni insieme vissuti con l'impazienza di chi è pronto per un'avventura. Una notte in ambulanza o una visita in Messico possono riaccendere il desiderio di cominciare un nuovo anno di università?

La catena del Monte Bianco.

«Io ho bisogno di quel sorriso»

Lettere

Poteva non aspettarsi niente da quella settimana a La Thuile. Invece ha incontrato Silvio, che ha cambiato il suo modo di lavorare. La lettera di Marco, cameriere stagionale all'hotel Planibel

Volontari al Meeting 2014.

Un respiro che dà vita al Meeting

Lettere

Tra i tavoli di un ristorante o davanti a pannelli di una mostra. Persone di ogni età hanno fatto i volontari al Meeting. Al centro, tutto il loro desiderio. Unica possibilità di partecipare davvero a un'opera così grande

Il Cervino.

Nel giardino c'è chi ti aspetta

LettereStefano Giorgi

L'imponenza del Cervino e la vita di don Giussani, gli amici (la loro ironia) e brani di musica e letteratura sempre nuovi. Cinque giorni all'insegna della bellezza. Ma attenzione a non perdersi il meglio, come quel lebbroso...

La gita ai piedi del Cervino.

Rinascere è possibile

Lettere

I giessini di Piemonte, Valle d'Aosta e Francia. "L'annuncio a Maria", l'incontro con Domenico Quirico, lo stupore di fronte alle montagne. E alla domanda "Che cosa cercate?", si risponde senza reticenze. Affrontando tutto il dramma umano

Sankt Moritz.

Lo straordinario è che la vita è tutta nostra

Lettere

A Sankt Moritz con un gruppo di ragazzi da diverse zone della Lombardia. Dall'"Annuncio a Maria" di Claudel alla testimonianza di Monica. La scoperta di «cosa ci tiene veramente uniti». Come raccontano Carlotta, Gaia, Giacomo...