Lettere - 2011

Padre Alberto nella sua parrocchia.

«Così Gesù si fa carne a Guayaquil»

Lettere

Gli orfani Ever e David, che saranno battezzati il 25. Il piccolo Sebastian, malato di leucemia. E poi gli amici poveri, i drogati... Padre Alberto, missionario in Ecuador, racconta come sta attendendo il Natale

26 novembre 2011, Giornata nazionale della Colletta Alimentare.

«Mi ha regalato occhi bellissimi»

Lettere

Mohamed decide anche quest'anno di fare la Colletta Alimentare come volontario. In un supermercato milanese riscopre il valore profondo di quel gesto. Le famiglie arabe incontrate, il capo-équipe, la crisi... e una grande sorpresa

Un momento della tre giorni.

Tre giorni per uomini veri

Lettere

A Oropa si sono ritrovati 150 giovani lavoratori. Per approfondire, tra canti e testimonianze, ciò che fa fiorire la vita. E «non tagliare fuori nulla di noi»

Il Papa durante la visita in Benin.

Dalla Sicilia al Benin, per un'amicizia

Lettere

Don Carmelo conosce a Palermo due sacerdoti africani. Con loro nasce una «amicizia cristiana profonda», così decide di accompagnarli nel loro Paese in occasione della visita del Papa. Da lì una serie di fatti «imprevisti»

Giovanni Bizzozero.

«Così questa morte mi sta facendo crescere»

Lettere

Marta ha saputo la notizia dell'incidente di Giovanni Bizzozero la notte stessa: «Mi continuavo a chiedere cosa volesse dire». Poi, il giorno dopo, in classe «qualcosa mi ha scosso». E tutto ha preso un altro valore...

Tra le strade di Haiti.

Arrivare (e nascere) ad Haiti

Lettere

In un’isola ancora piena di rovine, che sembra senza futuro, guardare un neonato è una «speranza che commuove». E c'è chi rischia la vita per sentir parlare di Cristo: «Non possiamo perderci il Suo sguardo»

Marco Simoncelli.

Il «Sic», uno come noi

Lettere

Trentacinque ragazzi si trovano per una pizza. Si parla della morte di Simoncelli. «Uno di noi», che ha inseguito la sua passione su una moto. E il vuoto lasciato provoca fino a chiedersi cosa sia la vita, fino a non dare più nulla per scontato

Padre Alberto.

Venticinque anni abbracciato da Cristo

Lettere

Padre Alberto, ora in Ecuador, racconta i fatti e i volti che l'hanno cambiato nella sua missione. E pensare che, nel 1986, partiva «arrabbiato e con il cuore sanguinante»...

Giuseppe Ungaretti.

«Certa di una storia che non vuole deludermi»

Lettere

Sera prima dell'orale di maturità: la stanchezza, le cose da ripassare... Ma poi, come il volto di un caro amico, una poesia di Ungaretti risveglia il cuore. E allora tutta la preoccupazione si trasforma in gratitudine...

Una gita di una vacanza.

Quando una vacanza fa traboccare il vaso

Lettere

Cosa vince la paura «di tornare a casa più triste e incerta»? Tra incontri, gite e amici, la scoperta che la grandezza delle giornate «non sta in quello che facciamo, ma in quello che desideriamo». Anche a casa

Ragazzi durante la prova di maturità.

«La fretta del prof e la "mia" maturità»

Lettere

Una ragazza racconta a un amico l'esperienza dell'esame di Stato. Dal tema d'italiano alle domande di pedagogia, Hassyna sta scoprendo di essere «protetta come mai prima». E di voler «dare il massimo nella vita»

L'esame di maturità.

Tutta me, in quel tema

Lettere

Tra i banchi dei cinquecentomila studenti italiani alle prese con l'esame di Stato. Una ragazza racconta la sua prima prova. La scelta del titolo, il percorso che ha sviluppato. E quello che ha scoperto di sé, chinata sul foglio con la penna in mano

Due ragazzi studiano a Portofranco.

«Vi racconto della mia seconda casa»

Lettere

Mohamed passa tutti i pomeriggi al Centro d'aiuto allo studio milanese. Nella sua lettera racconta di come si sia innamorato di questo posto: gli educatori, i compagni, le "ripetizioni". Fino a scoprire una passione: scrivere

Io, i giessini e la Pasqua di mia madre

Lettere

Gli amici del movimento e l'esperienza della figlia adolescente. Per Daniela sono l'occasione per scoprire una tenerezza nuova per sua madre. Che si lascia abbracciare. Fino a quella telefonata inaspettata...

Julián Carrón durante l'incontro di inaugurazione. <br>A sinistra, Alberto Bonfanti, presidente di Portofranco.

PORTOFRANCO «Questa è la mia nuova famiglia»

Lettere

Sissi fa il liceo e tutti i pomeriggi va a studiare a Portofranco. Il 3 marzo, all'inaugurazione della nuova sede, ha spiegato insieme ai suoi amici la mostra allestita per l'occasione. Il racconto di una «giornata fantastica»

Le donne del gruppo “Vivendo e cucendo insieme <br>la realtà”.

BRASILE «Mai illuse, sempre amate»

Lettere

Un gruppo di donne che hanno bisogno di lavorare. E quel progetto per aiutarle che non riesce mai a partire... Carminha racconta come poche righe abbiano ribaltato tutto. Perché «la cosa più importante è già accaduta»

«Nel dolore, lo schianto della Sua tenerezza»

Lettere

La malattia e il ricovero in ospedale. È il sacrificio quotidiano di Antonella. Che non si abbatte. Grazie alla compagnia dei suoi amici, che le hanno insegnato ad accettare tutto come «segno di grazia»