Lettere - 2021

(Foto: Facebook Banco Alimentare)

Colletta 2021. «Sembra poco, ma è stato tutto»

Lettere

Cristina ha 18 anni e ha fatto la volontaria fuori da un supermercato di Como. Lei è l'unica a sapere l'inglese per poter spiegare il senso dell'iniziativa ai turisti stranieri. Il tempo passa velocemente, e i suoi programmi...

Tokyo (Foto: Jazael Melgoza/Unslash)

La mia famiglia in Giappone

Lettere

Marco si trasferisce a Tokyo con moglie e figli. L'esperienza del movimento lo aveva conquistato anni prima in Italia, ma col tempo l'entusiasmo si era smarrito...

Lo studio universitario (Foto di Chiara Maioli)

Una novità umana che si fa occhi, naso e bocca

Lettere

Circa 150 universitari impegnati nella vita universitaria, fino alla rappresentanza negli organi collegiali, si sono ritrovati per tre giorni ad Arona. Uno di loro racconta

Foto Unsplash/Konstantin Planinski

Giessino a sessant'anni

Lettere

Trovarsi coinvolto nell'amicizia fra ragazzi delle superiori, andare con loro in treno alla Giornata d'inizio anno. E poi la vacanza studio e la Scuola di comunità. Così Gabriele racconta quello che ha scoperto

Carie

«Sei "Tu" che mi manchi in tutto quello che amo»

Lettere

Carie fa il pilota di elicottero per la Marina degli Stati Uniti. Finisce in missione dove non avrebbe mai pensato: il Giappone. Il lavoro su di sé per recuperare «lo sguardo d'apertura» dell'inizio. Per tornare a vivere con gratitudine

Ostuni, la "città bianca" in provincia di Brindisi.

Ostuni. «Non ripartiamo da zero»

Lettere

Una settantina di giovani da tutta la Puglia, per un weekend insieme nella "città bianca". Dai timori iniziali alla sorpresa di una amicizia che arriva fino al Nebraska. E cosa succede quando si torna a casa?

La messa del mattino

La strada scelta ogni mattina

Lettere

«Vivere intensamente il reale». Partendo da questa provocazione e da un desiderio profondo, un gruppo di giessini ha iniziato ad andare a messa prima di entrare a scuola. Il racconto di uno loro

Damasco, il mercato coperto

Siria. Quando fiorisce l'io

Lettere

Una russa e un belga da Mosca. A casa di un amico, in una Damasco a elettricità razionata. Sono insieme per ascoltare la Giornata d'inizio anno. «Un gesto piccolissimo, invisibile, in un popoloso quartiere immerso nel buio, nella povertà...»

Julián Carrón e don Mario Garavaglia

È ancora affascinante l’incontro con Cristo?

Lettere

Il dialogo nella chiesa di San Nicola in Dergano, a Milano, tra Julián Carrón e la comunità parrocchiale, nel solco dell'amicizia tra don Bruno De Biasio e don Giussani. E sulle domande di tutti

Il video dell'incontro

Lo scopo? «Mettere in gioco se stessi»

Lettere

Al Politecnico di Milano va in scena la "Sagra della Matricola". Tra uno spritz e una cantata, spunta anche il rettore Ferruccio Resta per un saluto. E molti chiedono: «Perché vi siete spesi per questa festa?»

Lisetta e Carmelo

L’imprevedibile tra le cartelle cliniche

Lettere

Lisetta racconta la malattia e la morte del marito Carmelo. Un percorso fatto di dolore e di letizia. «Vedere mio marito trasfigurato dalla coscienza di essere amato da Gesù, per me, è stata l’esperienza del centuplo»

Foto Unsplash/Texco Kwok

«Protagonista della politica perché vivo»

Lettere

Storia di Emanuele, Giacomo e dei loro amici. La scoperta di cosa vuol dire rispondere alla realtà e di come questo porta a «interessarsi alla cosa pubblica in modo disinteressato». E a incontrare gli altri

Il Campus By Night di Bologna (Foto: Federico Santini e Linda Martina)

Bologna. Quel punto bianco in ognuno di noi

Lettere

“Cosa rende la vita vita?”. Questo il titolo del Campus By Night, che si è svolto tra il 7 e 9 ottobre. Mostre, conferenze, dibattiti per «scoprire un io cambiato da una bellezza che lo attrae e lo apre al mondo». Il racconto di quei giorni

(Foto: note thatun/Unsplash)

Scuola. Il dono di parole nuove

Lettere

Nonostante la ripresa in presenza in classe, è bastato poco per capire che neanche quest'anno sarebbe stato facile. Raffaella, dirigente scolastico, racconta che cosa, in lei, ha vinto la tentazione di lasciarsi vincere dal senso di precarietà

(Foto: Luisana Zerpa/Unsplash)

Venezuela. Il punto fermo tra le onde

Lettere

Leonardo, per la prima volta dopo l'inizio della pandemia, riesce a visitare alcune comunità di CL nell'entroterra. Nel suo racconto, la sorpresa di vedere - in una situazione al limite - una vita che fiorisce

(Foto: Sam Balye/Unsplash)

Il desiderio che ci ha ributtato in classe

Lettere

Stefano torna, dopo anni, a insegnare Filosofia in un liceo. Il primo giorno di scuola, si ritrova di fronte ragazzi già stanchi e la sfida di dover spiegare Kant. Così prova a mettersi in gioco con loro

La mostra su don Giussani al Meeting Bruxelles

Bruxelles. Qualcosa di prezioso, per tutti

Lettere

Meeting Ambassador. Ovvero, la possibilità di portare quello che succede a Rimini in tutto il mondo. Anche il Belgio, pochi giorni fa. Così Emanuele racconta quello che è successo a lui e ai suoi amici

Meeting Bruxelles. Un incontro
Il Donacibo a Lanciano

Lanciano. Una carità non generica

Lettere

Tutto inizia con uno scooter a terra e un'auto senza assicurazione. Elio conosce per caso un giovane del Ghana: si risentono al telefono e diventano amici. Emergono le sue difficoltà e l'amicizia si mette in moto

Papa Francesco saluta i fedeli slovacchi (Foto: Matej Ďuriač)

Bratislava. «Il nostro incontro con Francesco»

Lettere

C'è chi ha fatto il volontario per il servizio d'ordine e chi ha cantato nel coro. L'alba spettacolare vista con i bambini piccoli in attesa del Papa. Il racconto della piccola comunità di CL in Slovacchia

Foto: Robina Weermeijer/unsplash

«Chiudi gli occhi e riaprili»

Lettere

Dopo un intervento d'urgenza al cuore, Fulvio si trova in un centro di riabilitazione. «Ricordo il primo giorno in cui ho guardato dalla finestra. C'erano 4 alberi, la fermata del bus e sullo sfondo la tangenziale. Era tutto meraviglioso»

Le vacanze del CLU della Cattolica di Milano

L'inizio della mia ricerca

Lettere

Claudia capita "casualmente" alle vacanze estive del CLU. Si ritiene agnostica, ma accetta l'invito incuriosita dal racconto di un'amica. In quei giorni accade qualcosa di inatteso. «Ora ho in me un fuoco che voglio alimentare»