Lettere - 2020 - Pagina 4

Lo "streaming" non può nascondere il buio dentro di te

Lettere

La telefonata di un amico in quarantena. Il ricordo di una vacanza nei luoghi di San Benedetto e la domanda del salmo: «C’è un uomo che vuole la vita e desidera giorni felici?». Che neanche i tentativi di restare in contatto possono censurare

Un sorriso dietro la mascherina

Lettere

Il lavoro in un Pronto soccorso di Roma. L'allarme per il primo malato di Coronavirus. Benedetta ripensa alle parole di Carrón sul Corriere della Sera e a quel "metodo" che vale per tutti: «A sostenerci non è l'intelligenza o il coraggio, ma una presenza»

La voglia di rispondere alla realtà è più forte

Lettere

Non potersi trovare insieme, non poter andare a messa. Per Elisa e Laura, la vera sfida non è «vedersi lo stesso» o «nonostante» ciò che sta accadendo. Ma provare a stare di fronte a una provocazione: che passo ci è chiesto?

Una domanda in reparto: «Ma tu chi sei?»

Lettere

Lei è un'infermiera che lavora con pazienti positivi al Covid19. Le grida di una donna al telefono. Un anziano prete impaurito. Due episodi in cui, dentro al lavoro, «Cristo mi ha chiesto: "Hai paura? Ti fidi di me?"»

La mia nuova vita (anche) grazie al Coronavirus

Lettere

Tornare all'essenziale, pregare e seguire - come si può - i gesti indicati dal movimento. Efrem racconta come, e perché, si può vivere "il centuplo quaggiù" anche chiusi in casa da giorni

«Il virus? Una lente d'ingrandimento su di me»

Lettere

Stress organizzativo, incomprensioni, disagio dei pazienti. In un reparto diventato un ospedale da campo, Luisa si sente affondare nelle difficoltà del lavoro da infermiera. E si chiede: «Essere cristiani che cosa cambia?».

Chiusi in casa. Senza fermare la vita

Lettere

Lo studio per la tesi senza gli amici, niente Scuola di comunità, nessun momento di ritrovo. È ancora possibile continuare l'esperienza del movimento? Federico scopre che, anche con le restrizioni per il Coronavirus, ha tutti gli strumenti per il cammino

«Che cosa mi sostiene, anche in quarantena»

Lettere

Luciano è appena uscito dal periodo di isolamento. La gratitudine per la lettera di Carrón sul Corriere della Sera. E la sorpresa di accorgersi, nella difficoltà, che «io sono Tu che mi fai»

«La mia giornata in corsia contro il Coronavirus»

Lettere

È uno dei tanti medici lombardi a cui è chiesto di sostituire i colleghi infettati. Tutina stagna, doppia maschera, occhiali, guanti. Poi ore a curare i malati. E scoprire, dentro il dramma, che cosa vince paura e disperazione

«Io e il fischio del treno di Pirandello»

Lettere

L'emergenza Coronavirus ha rotto la scontatezza delle giornate di Emma. Ora la scuola, dicono, resterà chiusa fino a metà marzo. Nel frattempo c'è la possibilità per guardare in faccia le grandi domande della vita

«Quando sei sola, che cosa ti manca davvero?»

Lettere

Elena, insegnante di Milano, è a casa per la chiusura delle scuole. Rilegge una poesia di Mario Luzi e scrive ai suoi amici. «Ci si abitua a tutto, tranne a quel grido che hai dentro...»

Un "raggio 2.0"

Vacanze (forzate), tempo di libertà

Lettere

Scuole chiuse per le direttive sul Coronavirus. Alcuni giessini di Seregno organizzano un raggio "a distanza", collegandosi con i cellulari. L'isolamento, la tentazione di perdere tempo, il valore dell'amicizia... Ecco che cosa si sono detti

Oltre 500 persone hanno partecipato all'incontro ad Ancona.

Ancona. La nota della vita

Lettere

L'incontro su "Giussani, la musica, Beethoven". L'ascolto dal vivo di alcuni brani musicali cari a CL. Una serata voluta da Fabio Tiberi, direttore dell'Orchestra Regionale delle Marche, colpito dall'approccio originale del sacerdote brianzolo

Buenos Aires

Argentina. Un abbraccio che costruisce la novità

Lettere

Al lavoro, spesso, i rapporti tra colleghi si “surriscaldano”. Anche tra amici. Come si può costruire qualcosa di nuovo là dove passiamo così tante ore ogni giorno? È con questa domanda che Guillermo è arrivato alla vacanza estiva organizzata da CL...

Don Antonio Meneguolo (foto "Gente Veneta", settimanale del Patriarcato di Venezia)

Venezia. «Tu vali di più della Pala d'oro»

Lettere

Un amico per tanti, per i suoi operai, per chiunque lo incontrasse. Monsignor Antonio Meneguolo, era da anni canonico di San Marco e membro del Capitolo della Basilica. È morto a fine gennaio. In una lettera, il suo ricordo

Don Antonio nella ''sua'' Basilica (foto ''Gente Veneta'', settimanale del Patriarcato di Venezia)
Le Tende Avsi alla Torre De Ballis di Alcamo.

Alcamo. Le Tende Avsi e il desiderio che hanno tutti

Lettere

Dalla cattedra di un corso di formazione a un concerto di giessini e a un evento culturale presso uno dei monumenti della città. Tutto per una serie di incontri in cui «noi non dobbiamo fare altro che "lasciarci fare"»

Kobe Bryant

Kobe Bryant e quella domanda che scotta

Lettere

La morte del cestista americano vissuta tra gli studenti di un Itis milanese. Tra dialoghi e discussioni in classe, i conti non tornano. Rimane sempre un «perché?», che non si può chiudere

La vacanza della comunità ugandese

Uganda. «Le mie perfette imperfezioni»

Lettere

Passare il pomeriggio in albergo a lavorare o prendere sul serio la proposta della vacanza della comunità, a partire da qualche ora di giochi insieme? Ecco la scelta di Mauro. E il racconto di quello che ha scoperto

Venezia.

Vacanze GS. Con Nane davanti al tramonto

Lettere

Tre giorni a Venezia con gli amici di GS di Milano. La testimonianza di un amico di Pellestrina, che ha raccontato come ha vissuto l’alluvione dello scorso novembre e come «tutto c’entra con la vita». Anche la tristezza...

Paraguay. Quando il cuore si affaccia sull'oceano

Lettere

La vacanza dei giovani lavoratori di CL sulle montagne che si specchiano nell'Atlantico. E una bellezza davanti agli occhi che accende una certa nostalgia e, allo stesso tempo, una pienezza...