#Coronavirus - Pagina 3

Adolfo Ceretti (foto Archivio Meeting).

Adolfo Ceretti: «Una novità che inchioda a vivere il reale»

IncontriPaola Bergamini

Gli altri come potenziali nemici, portatori di virus. Eppure, ora ne puoi riscoprire «la grandezza, la forza, la bellezza». Dal lockdown alle domande su «cosa rimane delle relazioni», lo sguardo del giurista e criminologo su questo tempo difficile

Valentina Losa

«Il lavoro, le mie figlie e quelle preghiere dal Bahrein»

ItaliaEmmanuele Michela

Valentina guida una piccola azienda, ma i suoi trofei e le sue medaglie sono per Mondiali, Champions League, per le case reali in Medioriente... «Tutto fermo, ora». Tranne la possibilità, partendo dalla fede, «di non lasciarsi prendere dalla paura»

La Coppa del Mondo nelle mani di Fabio Cannavaro nel 2006.
Cristiana, infermiera a Bologna

La carezza di Cristiana

Attualità

Un'infermiera di Bologna a cui il cardinale Zuppi ha chiesto di portare la Comunione ai malati del suo ospedale. La sua storia in un servizio del tg regionale

Una via di Kampala

«Cambiato da un messaggio: "Dio è lì"»

Lettere

Come in tutto il mondo, anche in Uganda le misure di contenimento dell'epidemia bloccano attività e vita sociale. Eppure, tra solitudine e tristezza, basta un sms a cambiare le cose

Don Claudio Burgio

Don Claudio Burgio: «Tutto sarà per un bene»

AttualitàGiorgio Paolucci

Alle porte di Milano, la vita di cinquanta ragazzi della comunità Kayrós nella "clausura" dell'isolamento. Cosa vuol dire per loro, già con storie difficili alle spalle? «Davanti a certe domande gli slogan non bastano», dice il fondatore dell'opera

Alcuni ragazzi della comunità
Angela Demattè durante lo spettacolo su Etty Hillesum

Angela Demattè: «L'autenticità che non voglio perdere»

IncontriLuca Fiore

La "Redenta" di Testori riproposta in un video dall'attrice e drammaturga per "accompagnare" questo tempo difficile. Una scelta che spiega in un'intervista parlando di sé, delle sue origini e di un’ombra che si sta scoprendo dentro in questi giorni

Nel video proposto da Casa Testori

«Dio sceglie un nulla per farsi presente»

Lettere

In Spagna, in un gruppo WhatsApp, César viene a sapere che è morta la madre di una vecchia amica. Le scrive. E nasce un dialogo che richiama il Vangelo...

Pupi Avati (foto Archivio Meeting)

Pupi Avati: «Io, la paura e il poter dire "non so"»

IncontriAlessandra Stoppa

Una lettera alla Rai per scommettere sulla «bellezza», per sfruttare «l’opportunità che ci è consegnata in questa tragedia». L'isolamento nell'emergenza, la sua storia, il rapporto con la moglie, il Papa... Il grande regista racconta cosa sta scoprendo

Papa Francesco durante la preghiera del 27 marzo

America Latina: «Come bambini davanti a Dio»

AttualitàPaula Giovannetti

Dopo "Volver a los 17'', la versione di "Todo Cambia". «Perché non cantiamo insieme?». Alcuni amici del Continente sudamericano si "ritrovano" online, come si può al tempo del Coronavirus. «Per condividere, da dove siamo, un tesoro»

Gli amici dell'America Latina cantano ''Volver a los 17'' di Violeta Parra

«Un passo nel cammino»

Lettere

Una malattia al cuore rende Roberto un soggetto particolarmente a rischio nell'epidemia che imperversa anche in Spagna. Come si può vivere l'appartenenza di cui parla la Scuola di comunità in un isolamento tanto rigido?

In una "Villa" di Buenos Aires

Nelle "Villas", dove la comunità combatte il virus

MondoMonica Poletto

La paura dell'epidemia nei sobborghi di Buenos Aires, tra la povertà e l'impossibiltà di isolamento. E dove un gruppo di sacerdoti si prende cura della gente. Parla padre Charly Olivero

Amedeo Capetti.

Una giornata in corsia

ItaliaPaola Bergamini

Vivere l’attesa e la speranza in reparto. I problemi, il rapporto con i pazienti, la preghiera... Su "Tracce" di Aprile, il racconto di Amedeo Capetti, infettivologo al Sacco, l’ospedale milanese in prima linea dall’inizio di Coronavirus

L'ingresso dell'Ospedale Sacco di Milano
Strade vuote per l'emergenza Coronavirus.

«Non ne esci da solo»

ItaliaPaolo Perego

Il blocco delle attività, le incognite, il rischio di fallire. Dall’albergatore al produttore di vino, su "Tracce" di Aprile, l'impatto dell’epidemia di Coronavirus raccontato da piccoli e medi imprenditori. Come si fa a continuare?

Il numero di Aprile di ''Tracce''

«Ogni giorno mi dice: "Non temere"»

Lettere

Settecento dipendenti a casa per l'emergenza Covid. E la vita che cambia. Eppure, tra le preoccupazioni, si affaccia tutte le mattine «l'opportunità di vivere intensamente questo mio reale»

Antonio Polito

Antonio Polito. La paura e la presenza

IncontriDavide Perillo

La fragilità e i sogni del tecnicismo, la necessità dell’altro e l’assenza di autorità. Va in crisi una civiltà «sempre più indifferente all’idea stessa di Gesù». E ci lascia a un bivio... Da Tracce di aprile, il dialogo con l'editorialista del Corriere

«Gli occhi di Dio sulla mia gente»

Lettere

Quarantacinque bare al posto delle panche in una parrocchia di Bergamo. Il racconto di un giornalista chiamato a raccontare il dramma della sua terra e del suo popolo: «Non siete soli, non siete abbandonati...»

«Cosa mi manca rimanendo a casa?»

Lettere

Misure restrittive anche in Uganda. Con l'università ferma e gli esami "schivati", tra internet e relax. «In una situazione quasi perfetta per certi versi, salvo non poter uscire», pensava Marvin: «Finché il cuore non si è messo a gridare...»

«Uno che cambia l'istante»

Lettere

Il Coronavirus in Perù, tra le corsie di un reparto per malati di cancro. E poi a casa, tra i familiari, con un pensiero ad amici e parenti in Spagna e in Venezuela. Ecco come Silvia racconta «il cammino di santità a cui tutti siamo chiamati»