#giornatatracce

La Rocca sforzesca di Imola

#giornatatracce. Una cena per aprire gli occhi

Lettere

La vendita fuori dalla chiesa non "funziona" più. E il parroco suggerisce di organizzare una serata conviviale. Ma chi invitare? Ad Antonio vengono in mente alcuni volti incrociati sul lavoro. Con cui non c'era mai stata occasione...

La #giornatatracce a Genova, di fronte alla Cattedrale

#giornatatracce. Parlare con le facce, non con le parole

Lettere

C'è la signora che si ferma ad ascoltare i canti. Chi si unisce ai suonatori e racconta di sé. I bambini che guardano Miro il clown. Tanti piccoli incontri, con un segreto dentro, davanti alla Cattedrale di Genova

Treviglio

#giornatatracce. «Tutt'altro che acquisito»

Lettere

Sfogliare "Tracce" in attesa di un controllo medico e commuoversi per un articolo. Tanto da proporlo a tutti gli amici, invitandoli a fare la vendita pubblica del giornale. Il racconto di Luisella

Inveruno

#giornatatracce. Il tesoro che qualcuno aspetta

Lettere

Il disagio di fronte all’ennesimo gesto “da fare”. E il desiderio che sia un'occasione “da vivere”. Poi, quella nonna, fuori dalla chiesa che spazza via ogni obiezione... Un altro racconto legato alla vendita speciale della rivista di ottobre

La #giornatatracce nell'Auditorium San Francesco a Chiavari

#giornatatracce. «Cosa basta per godersi la vita?»

Lettere

Un'idea diversa dal solito. Non un banchetto, ma un incontro pubblico in città per presentare il contenuti della rivista di ottobre, attraverso dialoghi e interviste con i protagonisti. Ecco cosa è successo a Chiavari

I giardini "Montanelli" in via Palestro a Milano

#giornatatracce. «Alla prova dell'esperienza»

Lettere

La ragazzina che frequenta alcune sette, l'ortodosso che scopre una prospettiva nuova e un anziano chiuso e cinico... Sono gli incontri di Matteo durante la vendita speciale della rivista. «Occasione di verifica di cosa ci muove...»

Il banchetto Tracce a Rimini

#giornatatracce. «Una bellezza da gridare al mondo»

Lettere

A Rimini, la vendita della rivista con gli amici, davanti a un banchetto in un mercato al coperto. Tra gente che si ferma piena di domande e l'indifferenza di tanti. «E noi lì, senza grandi risposte, ma con il cuore. E con un strada»

La vendita di "Tracce" in pizzeria

#giornatatracce. «In pizzeria, a dire chi siamo»

Lettere

Stefano, quest'anno, vuole fare un passo in più rispetto alle vendite degli altri anni. Così chiede a Mirko di poter regalare la rivista nel suo locale. E, a fine serata, si chiede: «Ma chi è che può riempire così il mio cuore?»

La fermata di via Palestro a Milano

#giornatatracce. «C'ero anche io, che non lo avrei mai fatto »

Lettere

Mattia è un giovane medico. Al lavoro preferisce non sbandierare l'appartenenza al movimento. Ma l'amicizia nata alla Scuola di comunità è «una rivoluzione copernicana». Così si ritrova a vendere Tracce in centro a Milano. E, a un certo punto...

La vendita di "Tracce" in via Angelo Maj a Bergamo

#giornatatracce. Una festa per l'ospite più atteso

Lettere

A Bergamo, a una fiera di quartiere, per vendere la rivista di CL. «Vuole sapere perché cantiamo così?». A fine giornata si rincorrono i messaggi: “Il guadagno di oggi? L'incontro con l'umanità della gente»

Dopo la vendita di "Tracce" a Reggio Calabria

#giornatatracce. «Se è una cosa che fa bene, la compro»

Lettere

A Reggio Calabria, dopo i primi dubbi, ci si mobilita per la vendita fuori dalle chiese: «Può accadere sempre un imprevisto». C'è Maria, l'amica mendicante, che lascia il posto e dà consigli. E Gisella che verrà alla Scuola di comunità...

I grattacieli di City Life a Milano

#giornatatracce. «Ma chi vi ha scongelati?»

Lettere

Tra i grattacieli della nuova Milano, dove pronunciare le parole "Comunione e Liberazione" suona poco "politically correct». Si propone la rivista anche a Luca, la guardia del parco, che dice: «Con me cascate malissimo». E invece...

Tracce. Una giornata per dire chi siamo. Scarica le locandine

Attualità

Una proposta per incontrare persone e far conoscere la rivista, il 19 e 20 ottobre, attraverso il numero in uscita dedicato al tema del "cristianesimo come esperienza". Ecco cos'è la #giornatatracce. Scarica le locandine e le grafiche

Sydney

#giornatatracce. «Fino a qui, ai confini del mondo»

Lettere

La copia della rivista nella casella della posta. E una distanza, non solo fisica, che si azzera. Dall'Australia, poche righe di Andrea raccontano perché Tracce può non essere solo un giornale...

La #giornatatracce nel 2016

#giornatatracce. "Vieni e vedi"

Lettere

"Il cristianesimo è un'esperienza". È il tema di Tracce di ottobre protagonista di tante iniziative il 19 e 20 per la diffusione straordinaria della rivista. In attesa dei vostri racconti, ecco cosa può accadere accettando questa sfida

Il gruppo dei "Morans" di Nairobi

Kenya. Se a vendere "Traces" sono i guerrieri Masai

Lettere

Una volta al mese, fuori dalle messe nella parrocchia dove si trovano a fare Scuola di comunità. Ecco cosa accade a Nairobi quando un gruppo di amici propone la rivista. «Qualcosa che a che fare con la vittoria di Cristo ora...»