Colletta alimentare - Testimonianze

Gli scatoloni della Colletta alimentare

Colletta 2018. «Il mio cuore era lieto. Perché?»

Lettere

Settimane per trovare un magazzino e il muletto da usare il 24 novembre. Dopo tanti «no» ricevuti, le cose iniziano ad andare per il verso giusto. Ma ciò che sorprende Sacha non è il risultato, è quello che sta accadendo in lui

Il carcere di Opera

Colletta 2018. La mia Giornata in carcere

Lettere

La raccolta di generi alimentari nella casa circondariale di Opera. «Grazie, perché ci date la possibilità di poter fare del bene, di essere utili e sentirci utili», dicono i carcerati. Con loro Giacomo riscopre il valore di un gesto fatto da tanti anni

La Colletta alimentare

Colletta 2018. Ma nella carità si è mai "a posto"?

Lettere

I trenta bambini delle elementari e un ragazzo con cui si parla della fede e dell'educazione dei ragazzi. Ma soprattutto quella nonna appoggiata al bastone che non si dà pace cercando le ultime monete in fondo alle tasche. Il racconto di Lucia di Todi

La Colletta alimentare di sabato 24 novembre (Foto: Leonora Giovanazzi)

Colletta 2018. La speranza sotto la pettorina

AttualitàRoberto Perrone

Tra i 145mila volontari del Banco alimentare ci sono anche Lais, Laura, Tommaso e Altafur. Facce, persone e storie del gesto di carità più partecipato d'Italia. Il racconto da un turno a un Carrefour del centro di Milano.

Carrón: «Alla Colletta per un'esperienza di gratitudine»

AttualitàJulián Carrón

Sabato 24 novembre, la raccolta del Banco alimentare in tutta Italia. Nelle parole della guida di Comunione e Liberazione durante l'ultima Scuola di comunità, le ragioni di un gesto di carità che può portare «una speranza per tutta la vita»

Appuntamento il 24 novembre per la Colletta alimentare 2018.

Verso la Colletta/4. «Sono contento quando mi do»

Lettere

Un collega un po' "chiuso" che davanti alla carità non si tira indietro. Perché? Verso l'appuntamento del 24 novembre con il Banco alimentare, un'altra testimonianza di come si può vivere la giornata della raccolta nei supermercati

Una veduta di Nisida

La Colletta a Nisida. «Qua sono io»

ItaliaDavide Perillo

Parole di un giovane carcerato di Napoli facendo la raccolta del Banco alimentare. In questo racconto (tratto da"Tracce" 11/2017) l’esperienza di chi ha vissuto questo gesto di carità (e altri) in «operosa continuità» con la Giornata mondiale dei poveri

Sabato 24 novembre, la Colletta alimentare in tutta Italia

Verona. «Io, il saio e la Colletta»

Lettere

Prima da laico, poi da frate. La raccolta del Banco alimentare ha sempre accompagnato la vita di fra Francesco. E sabato 24 novembre, al supermercato, ci sarà anche lui

La Colletta in un supermercato di Juiz de Fora (Brasile)

Verso la Colletta/3. Quando un gesto trasforma la realtà

Lettere

Sabato prossimo l'appuntamento con la raccolta degli alimenti del Banco alimentare. Solo un'occasione di solidarietà? Un'altra testimonianza dal Brasile, dove Leandro ed Elivânia hanno invitato tutti: amici, vicini, l'amministratore del condominio...

Verso la Colletta alimentare del 24 novembre

Verso la Colletta/2. La proposta di un cammino

Lettere

Un caffè con le mamme dei ragazzi del catechismo. Una chiacchierata con il capo-contrada al Palio del paese. E l'invito a dare una mano con la raccolta del Banco alimentare. «Fatti. Che fanno riscoprire una speranza che già c'è»

La Colletta alimentare a Londrina (Brasile)

Verso la Colletta/1. «Oggi mi sento più intensamente vivo»

Lettere

João Felipe aveva gli esami universitari da preparare, ma ha deciso di partecipare lo stesso, il 10 novembre, alla raccolta di cibo per i poveri che si è svolta in Brasile. Si è sentito rispondere male da alcuni, eppure «è stato un giorno meraviglioso»...

La Colletta e il regalo di un cuore lieto

Lettere

La giornata di raccolta del Banco alimentare fatta per tanti anni. Una formalità o un'occasione? Ma poi accade l'incontro con una ex-allieva in difficoltà. E un incrocio di sguardi che fa crollare pensieri e obiezioni

Chioggia
Gli egiziani della comunità copta di Roma al lavoro nel "magazzino" della Colletta alimentare alla Stazione Prenestina.

La Colletta a Roma e il “Padre nostro” in arabo

ItaliaSilvia Guidi

Un gruppo di cristiani copti egiziani è destinatario degli aiuti del Banco alimentare. Alcuni di loro, da tre anni, aiutano per la giornata di raccolta. È accaduto anche quest'anno, nell'androne della Stazione Prenestina, "magazzino"per un giorno...

Traduzioni in arabo per aiutare la raccolta
I ragazzi egiziani di "Angels Division" alla Colletta alimentare

La Colletta degli "Angeli" egiziani

Lettere

Un gruppo di ragazzi copti ortodossi, di un'associazione che si occupa di poveri e aiuta i giovani nello studio, ha partecipato alla raccolta del Banco alimentare nel milanese. Ecco come raccontano quello che hanno vissuto

Il biglietto dei detenuti del carcere di Opera (Milano) dopo la Colletta alimentare.

La Colletta in carcere. Quando l'umanità ritrova il suo volto

Lettere

Non solo in 13mila supermercati italiani. Tra le 8.200 tonnellate raccolte dai volontari Banco alimentare nella giornata di sabato scorso c'erano anche le "scatolette" donate da tanti detenuti. Come è accaduto a Opera, alle porte di Milano...

La casa di reclusione di Opera, alle porte di Milano
Sabato 25 novembre torna la Colletta alimentare

C'è differenza tra chi dona e chi riceve?

Lettere

Tante famiglie bisognose, la possibilità di aiutarle ma pochi volontari. Perché non chiedere una mano a chi viene assistito? Alla vigilia di un nuovo appuntamento con la Colletta alimentare, ecco perché fare un gesto di carità è un'occasione per chiunque

Dalla misericordia ricevuta alla carità

Attualità

Riproponiamo l'avviso dato da don Julián Carrón alla Scuola di comunità, con l'invito a partecipare alla Colletta alimentare e alle Tende Avsi. Sono le modalità con cui CL propone di aderire alla Giornata Mondiale dei poveri indetta da papa Francesco

La preghiera nella Casa della Cultura islamica di via Padova a Milano

Verso la Colletta. Compagni di cammino in moschea

AttualitàGiorgio Paolucci

A Milano, oltre 1500 musulmani hanno seguito la presentazione della Colletta alimentare alla Casa della cultura islamica. «È un gesto di bene, e il bene non conosce confini», per il direttore Mahmoud Asfa. E tanti hanno chiesto: «A chi devo dare il nome?»

Mahmoud Asfa, direttore della Casa della Cultura islamica, parla ai fedeli